banner_iccd

I.C.C.D

Scritto da Redazione.

L'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, all'interno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MIBAC), definisce le procedure, gli standard e gli strumenti per la Catalogazione e la Documentazione del patrimonio archeologico, architettonico, storico artistico e demoetnoantropologico nazionale in accordo con le Regioni; gestisce il Sistema Informativo Generale del Catalogo e svolge funzioni di alta formazione e ricerca nel settore della catalogazione.

L'Istituto conserva e valorizza fondi di fotografia e aerofotografia in archivi aperti alla pubblica consultazione.

Per costituire, normare e gestire il catalogo nazionale dei beni integrandoli nel loro contesto territoriale, l'ICCD, esercita funzioni di ricerca, indirizzo, coordinamento tecnico-scientifico, didattica e formazione.L'Istituto gestisce i processi di catalogazione informatica attraverso il Sistema Informativo Generale del Catalogo mentre l'Archivio schede di catalogo raccoglie gran parte delle schede (e allegati documentari) in formato cartaceo fino ad oggi realizzate.

L'Istituto provvede all'assegnazione dei numeri di catalogo generale che individuano univocamente i beni che compongono il patrimonio archeologico, architettonico, storico artistico e demoetnoantropologico nazionale. Attribuisce inoltre codici nazionali agli Enti schedatori in grado di garantire la qualità della catalogazione.

Fra i suoi compiti istituzionali ha il coordinamento delle attività di ricerca per la definizione degli standard per la catalogazione delle diverse tipologie di beni culturali (nell'ambito dei settori: archeologico; architettonico-ambientale; storico, artistico ed etnoantropologico).

Gli standard catalografici sono costituiti dalle normative, da specifici strumenti di supporto e di controllo (vocabolari, liste di valori) e da un insieme di regole e di indirizzi di metodo da seguire per l'acquisizione delle conoscenze sui beni e per la produzione della documentazione che li riguarda, al fine di registrare i dati secondo criteri omogenei e condivisi a livello nazionale. Il rispetto di norme comuni consente, mediante l'applicazione di specifiche procedure, l'interscambio delle informazioni fra i diversi soggetti che operano nel settore della catalogazione.

L'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione è il responsabile istituzionale del Sistema Informativo Generale del Catalogo,SIGECWeb, sistema nazionale per l'acquisizione e la gestione integrata delle conoscenze sul patrimonio culturale italiano, progettato con l'obiettivo di ottimizzare i processi connessi alla catalogazione del patrimonio culturale, assicurando, grazie a specifiche procedure e il flusso diretto dei dati elaborati dagli organi periferici, , la qualità dei dati prodotti e la loro rispondenza agli standard definiti a livello nazionale, garantendo in tal modo l'omogeneità delle informazioni, presupposto indispensabile per un loro corretto utilizzo e per la loro condivisione.